Pordenone, 15enne in bici muore travolto da un’auto: arrestata militare Usa

Posted on

Pordenone – Un ragazzino di 15 anni è morto la notte scorsa travolto da un’automobile guidata da una cittadina americana della base Usaf di Aviano. Giovanni Zanier, di Pordenone, stava procedendo a piedi, con la propria bicicletta a mano, sulla pista ciclabile, all’altezza della rotatoria tra via Lazio e via Roveredo, a San’Antonio di Porcia, lasciata al buio di notte per le politiche di risparmio energetico decise dal Comune.

La dinamica dell’incidente

Il 15enne è stato investito sotto gli occhi dei due amici che erano con lui e con cui stava rincasando. Erano le 2.30 quando l’utilitaria, una Volkswagen Polo, dopo avere sbandato per cause in corso di accertamento e avere divelto un cartello stradale, lo ha centrato. Illesi gli altri due ragazzini. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e i medici con un’autombulanza e un elicottero. Dopo avere tentato di rianimare il paziente per una trentina di minuti, i sanitari lo hanno trasportato all’ospedale di Pordenone, dove è morto. La giovane vittima, che dopo l’impatto con il parabrezza dell’auto è stata sbalzata per diversi metri sulla strada, abitava con i genitori Sergio, dipendente dell’Electrolux, e Barbara e con un fratello più piccolo a Pordenone.

La soldatessa Usa 

La donna, una militare statunitense di 20 anni, rimasta lievemente ferita e sotto choc e portata a sua volta in ospedale (in codice verde), è stata arrestata in flagranza per omicidio stradale dai carabinieri sulla base della gravità delle conseguenze dell’incidente. E’ quanto ha stabilito il pm di turno, il sostituto procuratore di Pordenone Andrea Del Missier, sulla scorta dei primi accertamenti condotti dai carabinieri della locale compagnia, guidati dal comandante della compagnia di Pordenone, tenente colonnello Luciano Summo.

L’esame per stabilire se avesse bevuto

Subito dopo l’investimento, la conducente si è fermata e, una volta in ospedale, è stata sottoposta agli esami tossicologici, di cui si attende ancora l’esito. Qualora fosse accertato un suo stato di ebbrezza, l’elemento rappresenterebbe un’aggravante a carico dell’indagata. Nel frattempo, con ogni probabilità, considerato che è incensurata, sarà sottoposta agli arresti domiciliari nella sua residenza all’interno della base militare.

Il rischio che il processo sia spostato negli Stati Uniti

Come in altri precedenti casi – tra cui il noto disastro della funivia del Cermis –, non appena terminate le indagini preliminari, il procedimento potrebbe essere spostato negli Usa. In base ai trattati internazionali sulla giurisdizione dei militari Nato in Europa, infatti – come ricorda il procuratore di Pordenone, Raffaele Tito –, al momento dell’esercizio dell’azione penale, il ministro della Giustizia italiano può, a discrezione o su richiesta della base americana, attivare il difetto di giurisdizione e consentire così all’indagato statunitense di essere processato nel proprio Paese.

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.